Comune di Castions di Strada

IMU

INFORMATIVA I.M.U. ANNO 2013
IMPOSTA MUNICIPALE UNICA SUGLI IMMOBILI
NOVITA’
 
IL D.L. N. 54 DEL 21.05.2013 HA SOSPESO E POSTICIPATO AL 16.09.2013 IL PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA IMU RELATIVO A: 
 
1. ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE, ESCLUSI I FABBRICATI CLASSIFICATI NELLE CATEGORIE CATASTALI A/1, A/8 E A/9
 
2. IMMOBILI E PERTINENZE ASSIMILATE ALL’ABITAZIONE PRINCIPALE
 
3. UNITA’ IMMOBILIARI APPARTENENTI ALLE COOPERATIVE  EDILIZIE A PROPRIETA’ INDIVISA, ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE DEI SOCI 
 
4. ASSEGNATARI, NONCHE’ GLI ALLOGGI REGOLARMENTE ASSEGNATI DAGLI ISTITUTI AUTONOMI PER LE CASE POPOLARI (IACP) O DAGLI ENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, COMUNQUE DENOMINATI, AVENTI LE STESSE FINALITA’ DEGLI IACP 
 
5. TERRENI AGRICOLI 
 
6. FABBRICATI RURALI 
 
 
PAGAMENTO PER GLI IMMOBILI DI CATEGORIA CATASTALE “D”: 
 
VERSAMENTO PER L’ANNO 2013 
ESCLUSIVAMENTE IN FAVORE DELLO STATO CON L’APPLICAZIONE DELL’ALIQUOTA CORRETTA (7,6 PER MILLE – 2 PER MILLE SOLO SE IMMOBILI CATEGORIA D STRUMENTALI AGRICOLI DI PERTINENZA DELL’AZIENDA).
CODICE DI VERSAMENTO MODELLO F24: 3925. 
 
BASE IMPONIBILE FABBRICATI
 
GRUPPO CATASTALE FABBRICATI RIVALUTAZIONE Legge 662/96 – art. 3 commi 48 e 51 MOLTIPLICATORE IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA
D (opifici, alberghi, fabbricati produttivi) 5% 65 dal 1 gennaio 2013
D 5 (istituto di credito, cambio e assicurazione) 5% 80
 
E’ disponibile sul sito istituzionale del Comune di Castions di Strada all’indirizzo www.comune.castionsdistrada.ud.it
UN PROGRAMMA GRATUITO PER EFFETTUARE IL CALCOLO DELL’I.M.U. E PER STAMPARE 
IL MODELLO F24 PER IL PAGAMENTO DELL’IMPOSTA DOVUTA SIA AL COMUNE CHE ALLO STATO. 

PROGRAMMA

 

ALIQUOTE DA APPLICARE PER L’ACCONTO IMU 2013: 
 
a) ALTRI FABBRICATI 
L’aliquota è il 7,6 PER MILLE  (da versare per intero al Comune codice 3918) 
Riguarda i fabbricati abitativi sia dati in locazione  che quelli tenuti a disposizione , i fabbricati adibiti a negozi,bar, magazzini (Categoria catastale C1),laboratori (categoria catastale C3-C4-C5)

BASE IMPONIBILE FABBRICATI
      

GRUPPO CATASTALE FABBRICATI RIVALUTAZIONE Legge 662/96 – art. 3 commi 48 e 51 MOLTIPLICATORE IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA
A (abitazioni) 5% 160
A 10 (uffici e studi privati) 5% 80
B (colonie, asili, ospedali) 5% 140
C1 (negozi, bar, botteghe) 5% 55
C2 C6 C7 (magazzini, posti auto, tettoie) 5% 160
C3 C4 C5 (laboratori, stabilimenti balneari) 5% 140
      

b) ABITAZIONI CONCESSE IN USO GRATUITO AI PARENTI: 
La normativa dell’imposta municipale unica NON prevede agevolazioni per le  abitazioni concesse in uso gratuito parenti e loro pertinenze, né permette al Comune di prevederle con proprio Regolamento. 
A questi immobili va applicata l’aliquota ordinaria del 7,6 per mille  in sede di acconto 2013 e per il saldo di dicembre bisognerà conguagliare il dovuto con le aliquote determinate dal Consiglio Comunale (da versare per intero al Comune codice 3918). 
 
 
c) FABBRICATI DICHIARATI INAGIBILI O INABITABILI – FABBRICATI DI INTERESSE STORICO 
 
RIDUZIONE DELLA BASE IMPONIBILE -
- del 50% per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell’anno durante il quale sussistono dette condizioni. L’inagibilità o inabitabilità è accertata dall’ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprietario, che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il contribuente ha facoltà di presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio. 
-del 50% per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui all’articolo 10 del codice di cui al D. Lgs. n. 42 del 22.01.2004. 
L’aliquota è il 7,6 per mille versata  interamente al Comune con il codice 3918.
 
 
d) AREE EDIFICABILI: 
Valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di applicazione dell’imposta. Il valore unitario minimo di riferimento al mq. per l’anno 2012 è stato stabilito con deliberazione di Giunta Comunale n.44 del 20.03.2012
Per l’anno 2013 il Comune non ha ancora deliberato in merito.
 
Tabella dei valori orientativi minimi di mercato per le aree edificabili – ANNO 2012 

ZONA VALORE BASE MQ COEFFICIENTE ZONA VALORE AL MQ
A (fronte strada) 5.20 7.35 38,22
A (no fonte strada) 5.20 5.25 27,3
B (sup.> mq. 500) 5.20 8.51 44,25
B(sup.< mq. 500) 5.20 6.30 32,76
C non urbanizzata 5.20 3.57 18,56
C urbanizzata 5.20 8.91 46,33
H2 5.20 3.23 16,80
O 5.20 3.23 16,80
Altre edificabili 5.20 1.22 6,34
 
 
L’aliquota è il 7,6 per mille versata  interamente al Comune con il codice 3916.
 
 
MODALITA’ E TERMINI DI PAGAMENTO: 
 
Il pagamento deve essere effettuato con il Modello F24 (pagabile in Banca o in Posta) o con l’apposito bollettino di conto corrente postale ,sia per la parte di spettanza del Comune che dello Stato entro le seguenti scadenze: 
 
ACCONTO: entro il 17 GIUGNO 2013
Pari al 50% dell’imposta dovuta calcolata sulla base delle aliquote dei dodici mesi dell’anno precedente; 
 
ACCONTO: entro il 16 SETTEMBRE 2013
Per tutte le tipologie di immobili che hanno avuto la sospensione dell’acconto di GIUGNO (abitazione principale e sue pertinenze, ed abitazioni assimilate alle principali, terreni agricoli e fabbricati rurali, immobili IACP e quelli delle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinati ad abitazione principale)
 
SALDO: entro il 16 DICEMBRE 2013  (conguagliando quanto pagato a giugno o settembre applicando le aliquote definitive anno 2013); 
 
Il Codice catastale del Comune di Castions di Strada da indicare sempre nella prima casella di ogni rigo: C327

RIEPILOGO CODICI TRIBUTO DA UTILIZZARE 
il versamento dell’IMU relativo all’ACCONTO per l’anno 2013 a mezzo F24: 
IMU abitazione principale e relative pertinenze (destinatario Comune) solo categorie A1-A8 E A9 3912 Comune
IMU altri fabbricati (diversi dalla categoria D) 3918 Comune
IMU aree fabbricabili 3916 Comune
IMU altri fabbricati (fabbricati della categoria D) 3925 Stato
 
VERSAMENTO MINIMO: Il versamento è dovuto qualora l’imposta relativa all’intero anno sia pari o superiori ad Euro 12,00.
 
SOGGETTI RESIDENTI ALL’ESTERO:
Coloro che non risiedono nel territorio italiano procederanno al versamento  per
 
quota dello stato: a mezzo bonifico in favore della Banca d’Italia (codice BIC BITAITRRENT), utilizzando il codice IBAN IT02G0100003245348006108000
quota del Comune: a mezzo bonifico sul c/c utilizzando il codice IBAN IT27Z0533663720000035271935

 
SPORTELLO IMU:
 
ULTERIORI INFORMAZIONI POSSONO RICHIEDERSI:
 
NEL GIORNO DI MARTEDI’ DALLE 08.30 ALLE 13.00
 
 
TEL. 0432–768011 (interno 624)- Ufficio Tributi – Via Roma 43 – 1° PIANO
Responsabile dell’Ufficio Tributi : Responsabile Unità Organizzativa n. 2